NovitÓ | Amministrazione trasparente | Contatto         Ita | Eng
La Città Arte & Cultura Calendario degli eventi Come Arrivare Multimedia Link
SEGNALAZIONI

E' ufficialmente  online la nuova apllicazione del Comune  di Campione d'Italia

scarica dal tuo smart phone  MYCAMPIONEDITALIA

con tutte le informazioni  

 

HOTEL E RISTORANTI
WEBCAMS Aggiornate ogni 10 sec.
Clicca per ingrandire per vedere tutte le webcam
 Clicca sull'immagine e accedi alle webcam



MAESTRI CAMPIONESI - TAGLIATORI DI PIETRE

Nei tempi antichi, l'insegnamento d'arti e mestieri era patrimonio di classi separate, depositarie di antiche tradizioni, che si dedicavano agli studi segreti di architettura sacra e simbolica.

I segni più antichi conosciuti in relazione con il mestiere di tagliatore di pietra sono stati ritrovati in Egitto e corrispondono a 2200 anni prima di Cristo.

I tagliatori di pietra, fin dall'antichità, usavano marchiare i propri lavori. Tali segni sono stati trovati nell'antico Egitto, in Mesopotamia, sulle mura di Gerusalemme, di Troia, d'Olimpia e nell'antica Roma, così come marchi gotici, romanici, bizantini, romani, greci, rinascimentali.
Nell'Ordinanza di Torgau del 1462 si possono trovare ben sette articoli che si riferiscono ai marchi.
Riferimenti a tali segni si possono trovare anche in un altro documento, la Regola di Bàle, del 1563 (Art. 59). Come specificato in questi testi, i marchi dei tagliatori di pietra corrispondevano a segni d'appartenenza all'ordine. Conferiti nel corso delle cerimonie solenni, venivano scelti dai maestri, e non potevano essere rifiutati a un operaio "onesto"; inoltre, non dovevano subire modifiche, né essere ceduti a terzi ma dovevano essere preservati come segni onorifici.
Se ci forziamo di osservare e di comprendere questo linguaggio della pietra, ci accorgeremo che questi segni sono carichi di significato e di un simbolismo profondo da tempo dimenticato.
Nel corso degli anni i marchi si sono evoluti, influenzati dai rituali e dagli aspetti religiosi, simbolici e operativi delle corporazioni, dai periodi di transizione tra i vari stili di costruzione. Le diversità di carattere geometrico dei marchi dei tagliatori di pietra denotano il passaggio da un'epoca artistica a un'altra.

I tagliatori di pietra, avevano un loro modo tutto particolare e misterioso per comunicare: gli insegnamenti trasmessi oralmente, i giochi di parole utilizzati durante le occasioni speciali, un modo singolare di vestirsi, un certo modo di guardarsi e di posizionare i piedi, di camminare, di salutare, di ringraziare, di bere, di tendere la mano a un fratello. La loro interpretazione simbolica era legata alla tradizione. L'utilizzo del simbolismo dei numeri e quello collegato agli attrezzi di lavoro ha dimostrato una conoscenza profonda dei principi fondamentali dell'architettura: il compasso che disegna il cerchio e che divide in modo proporzionale, la squadra che rappresenta l'impiego dell'angolo retto, il filo a piombo che serve a determinare la verticale. L'utilizzo del cerchio, del quadrato, del triangolo e d'altre figure geometriche era di fondamentale importanza per l'edificazione dei monumenti romanici e gotici.

 


La Città
Campione d'Italia
Vita di giorno e vita di notte
Il Porto e il Nuovo Progetto Portuale
Hotel
Paolo Grandi Sociogastronomo
Bar
Ristoranti
Arte & Cultura
Il Santuario di Santa Maria dei Ghirli
Ex-Basilica di San Zenone ora Galleria Civica
Oratorio di San Pietro
Chiesa Parrocchiale San Zenone
I Maestri Campionesi
Il Museo Parrocchiale
Maestri Campionesi - tagliatori di pietre
L'antica ceramica
Poesia di Eugenio Montale
La storia di Totone
Info & Multimedia
Calendario degli eventi
Come Arrivare
Foto
Video
Webcam
Link
NovitÓ
Contatto

Credits
Copyright © Campione d'Italia 2017 - all rights reserved | Casin?Campione d'Italia - Comune di Campione d'Italia
tag heuer replica
cartier replica
hublot replica
replica watches